CHI SIAMO

Storia e finalità

Nel 1968 il Consiglio della Comunità ebraica di Torino deliberò la creazione di un archivio storico cui affidare l’importante lascito di manoscritti e edizioni rare che aveva assegnato alla Comunità il linguista Benvenuto Terracini.

Alessandro e Benvenuto Terracini

L’archivio così costituito, arricchito in seguito delle carte del fratello matematico, Alessandro Terracini, si rese ente autonomo nel 1973 assumendo il nome di Archivio delle tradizioni e del costume ebraici Benvenuto ed Alessandro Terracini (dal 2013 più brevemente Archivio Ebraico Terracini) e dandosi un suo statuto. Il mandato statutario dell’associazione prevede l’acquisizione, la conservazione e la comunicazione della memoria dell’ebraismo in particolare piemontese, come da art. 3 del suo statuto:

L’associazione ha per scopo di costituire una documentazioni sulle tradizioni e il costume ebraici, con particolare riferimento al Piemonte; di costituire un inventario dei beni mobili ed immobili di maggior interesse pertinenti agli insediamenti ebraici e promuovere la tutela e la conservazione di tali beni; di mettere a disposizione di studiosi fonti di documentazione sulle tradizioni e sul costume ebraici e promuovere collegamenti con istituzioni ebraiche e italiane […]

L’Archivio in tale spirito ha acquisito nel tempo e continua ad acquisire un importante patrimonio, documentale ma non solo, che mette a disposizione degli studiosi e di cui promuove, attraverso studi, pubblicazioni, conferenze e mostre la comunicazione e la valorizzazione.

L’Archivio Terracini è dichiarato di notevole interesse storico dalla Soprintendenza Archivistica del Piemonte e della Valle d’Aosta e dal 2016 è iscritto al Registro centralizzato delle Persone Giuridiche della Regione Piemonte.

L’Archivio è socio ANAI.

Il primo sito internet è stato creato nel 2011.

Documenti